1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu fondo pagina di navigazione
Contenuto della Pagina
condividi

Avviso pubblico per l'affidamento dell'incarico di direzione dei lavori di costruzione dell'impianto per il trattamento della frazione umida proveniente dalla raccolta differenziata dei rifiuti solidi urbani per la produzione di compost

COMUNE DI NAPOLI
DIPARTIMENTO AMBIENTE

Disposizione dirigenziale n. 8 del 5 aprile 2006

Avviso pubblico ai sensi dell'art. 62 comma 1 del Regolamento di attuazione della legge 109/1994 per l'affidamento dell'incarico di direzione dei lavori dei lavori di costruzione dell'impianto per il trattamento della frazione umida proveniente dalla raccolta differenziata dei rifiuti solidi urbani per la produzione di compost, localizzato nella parte inutilizzata dell'area ex ICM in via nuova delle Brecce.

Premesso che:

- con delibera di Giunta n. 3335 del 14 settembre 2005 è stato approvato il progetto definitivo dell'impianto per il trattamento della frazione umida proveniente dalla raccolta differenziata dei rifiuti solidi urbani per la produzione di compost, localizzato nella parte inutilizzata dell'area ex ICM in via nuova delle Brecce;

- per la realizzazione dell'opera si è previsto il ricorso all'appalto integrato di cui all'art. 19 comma 1 lettera a) della legge 109/1994 e quindi si provvederà a bandire gara per la progettazione e per la realizzazione dell'opera;

- per la realizzazione dell'opera occorre procedere, anche, all'individuazione del soggetto cui affidare l'incarico di direzione dei lavori dell'impianto, e accertato, per quanto previsto dall'art. 17, comma 4, della legge 109/1994, che non può essere interno all'amministrazione attesa la specificità dell'opera da realizzare e la indisponibilità, in relazione ai compiti di istituto che già sono assegnati, dei pochi tecnici dell'amministrazione con esperienza nel settore specifico, e, quindi, deve essere un professionista esterno avente le competenze per svolgere l'incarico de quo;

- per l'affidamento di incarichi al di sotto dei 100mila euro l'art. 17, comma 12, della legge 109/1994, così come modificato dalla legge 62/2005, prevede l'affidamento a liberi professionisti, singoli o associati, e a società di professionisti, avendone verificato l'esperienza e la capacità professionale e motivando la scelta in relazione all'incarico da affidare, nel rispetto dei principi di non discriminazione, parità di trattamento, proporzionalità e trasparenza;

- il regolamento di attuazione della suddetta legge 109/1994 approvato con Dpr 554/1999, prevede all'art. 62, comma 1, che i servizi di progettazione di importo inferiore a 100mila euro (allora 40mila) siano affidati previa adeguata pubblicità dell'esigenza di acquisire la relativa prestazione professionale e inoltre che l'avvenuto affidamento sia reso noto con adeguata formalità, unitamente alle motivazioni della scelta effettuata;

- l'Autorità per la vigilanza sui lavori pubblici con determinazione n. 18 del 26 luglio 2001 ha confermato che la scelta dei soggetti cui affidare incarichi debba avvenire sempre in relazione allo specifico incarico da affidare e quindi non si possa far ricorso ad albi previsti dalle amministrazioni;

- l'Autorità per la vigilanza sui lavori pubblici con determinazione n. 1 del 19 gennaio 2006, con la quale ha confermato l'esigenza di attenersi ai principi di non discriminazione, parità di trattamento, proporzionalità e trasparenza, ha ritenuto adeguata la pubblicità effettuata attraverso la pubblicazione dell'avviso di selezione sull'Albo pretorio, sul sito internet, nonché con la diffusione presso i rispettivi Ordini professionali.

Atteso che:

- occorre procedere alla individuazione del professionista cui affidare l'incarico di direzione dei lavori dell'impianto per il trattamento della frazione umida proveniente dalla raccolta differenziata dei rifiuti solidi urbani per la produzione di compost, localizzato nella parte inutilizzata dell'area ex ICM in via nuova delle Brecce;

- per tale individuazione saranno considerate le seguenti priorità:
a) incarichi svolti negli ultimi due anni di progettazione esecutiva, direzione dei lavori e coordinamento per la sicurezza di opere similari o affini (impianti di trattamento rifiuti);
b) incarichi svolti negli ultimi due anni di progettazione esecutiva, direzione dei lavori e coordinamento per la sicurezza di opere pubbliche, anche di diversa tipologia;
c) altre esperienze professionali riguardanti la progettazione esecutiva, direzione dei lavori e coordinamento per la sicurezza;
d) capacità di offrire una professionalità articolata e specializzata che consenta altresì di integrare le varie attività di cui si compone la progettazione dell'opera che si dovrà dirigere;

- per tale incarico l'importo della parcella professionale, risulta al di sotto dei 100mila euro e che quindi può procedersi ai sensi dell'art. 17, comma 12 della legge 109/1994 e con le modalità stabilite all'art. 62, comma 1, del Regolamento di attuazione della suddetta legge 109/1994 e con le specificazioni contenute nella citata determinazione 1/2006 dell'Autorità per la vigilanza sui lavori pubblici.


DISPONE

L'amministrazione comunale di Napoli intende affidare l'incarico di direzione dei lavori dell'impianto per il trattamento della frazione umida proveniente dalla raccolta differenziata dei rifiuti solidi urbani per la produzione di compost, localizzato nella parte inutilizzata dell'area ex ICM in via nuova delle Brecce, per un importo dei lavori di euro 5.919.354 e per una parcella, calcolata con riferimento alle vigenti tariffe professionali, inferiore a 100mila euro.

I soggetti interessati dovranno far pervenire entro le ore 12 del giorno 15 giugno 2006, con qualunque mezzo esclusivamente al dipartimento Ambiente sito in via Speranzella n. 80 domanda di partecipazione, redatta sul modello allegato, con il proprio curriculum accertante la capacità progettuale in relazione alla richiesta dell'amministrazione costituito da non più di 10 cartelle formato A4.

Il presente provvedimento sarà affisso all'Albo pretorio del comune di Napoli, pubblicato sul sito internet ed inviato agli ordini professionali degli ingegneri e degli architetti.

Dell'avvenuto affidamento e delle motivazioni che lo hanno supportato sarà data comunicazione attraverso la pubblicazione al medesimo Albo pretorio del relativo provvedimento.


Il coordinatore del dipartimento Ambiente
Giuseppe Pulli

 

modello di istanza

Al comune di Napoli
Dipartimento Ambiente
via Speranzella n. 80


Il sottoscritto ......................................., nato a ..........................il.........................., residente a......................con domicilio in......................., iscritto all'albo (albo professionale).................. al n..................dal............., invia il proprio curriculum per l'affidamento dell'incarico di direzione dei lavori dell'impianto per il trattamento della frazione umida proveniente dalla raccolta differenziata dei rifiuti solidi urbani per la produzione di compost, localizzato nella parte inutilizzata dell'area ex ICM in via nuova delle Brecce, per un importo dei lavori di euro 5.919.354 e per una parcella, calcolata con riferimento alle vigenti tariffe professionali, inferiore a 100mila euro.
Il sottoscritto.............................dichiara di non trovarsi in nessuna condizioni di esclusione dall'affidamento di incarichi professionali da parte del comune di Napoli, di non aver in corso alcun contenzioso di qualsiasi natura con il medesimo comune e di essere in grado di portare a compimento l'incarico che dovesse essergli conferito liberando il comune di Napoli da qualsivoglia impegno circa l'affidamento del medesimo incarico.
Allega curriculum accertante le capacità progettuale in relazione alla richiesta dell'amministrazione costituito da non più di 10 cartelle formato A4.
In fede firma, data e sigillo professionale................................

 
Valuta questo sito: RISPONDI AL QUESTIONARIO