1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu fondo pagina di navigazione
Contenuto della Pagina
condividi

Pensa alla salute

Screening per la diagnosi precoce dei tumori della sfera genitale femminile

Il Programma di Screening dell'ASL Napoli 1 Centro offre il percorso Screening per la prevenzione dei tumori della sfera genitale femminile: pap-test (ogni tre anni) alle donne da 25 a 64 anni per il tumore della cervice uterina e Mammografico (ogni due anni) alle donne da 50 a 69 anni per il tumore della mammella.
 
Lo Screening Ť una opportunitŗ offerta alle donne per salvaguardare la loro salute. Il pap-test e la mammagrafia sono esami dž facile esecuzione, ripetibili, non invasivi, innocui e gratuiti. Il Programma di Screenžng prevede l'utilizzo di molte strutture, l'impiego di apparecchiature d'avanguardia e il coinvolgimento di tanti professžonisti che operano nel campo della salute. Ma le vere protagoniste dello Screening sono le donne, non solo perchť destinatarie dell'intervento, ma perchŤ possono, con la loro partecipazione, contribuire a promuovere la cultura della prevenzione.
Ogni donna rappresenta un momento di informazione e di formazione nei confronti delle altre donne.
 
clicca per ingrandire

Il Programma Screening rientra nelle offerte di Salute che la ASL Napoli 1 Centro garantisce alle donne della Città per contribuire a tutelare il loro "star bene".
Secondo le Linee Guida nazionali ed europee, riportate nel Piano Oncologico Nazionale, la prevenzione oncologica del tumore del collo dell'utero attraverso la diagnosi precoce mediante Pap-test ogni 3 anni è offerta alle donne di età compresa tra 25 e 65 anni; la prevenzione del tumore della mammella attraverso la diagnosi precoce mediante mammografia è offerta alle donne tra 50 e 69 anni ogni 2 anni.
L'Azienda Sanitaria Napoli 1 Centro riserva a questo importante intervento di sanità pubblica tanti professionisti competenti e disponibili.
Per facilitare la partecipazione delle donne, tutti i Distretti Sanitari e i Consultori Familiari della ASL sono impegnati a seguire le donne nell'intero percorso di prevenzione.
Mi preme sottolineare che il Programma Screening non è un progetto transitorio, ma è un percorso istituzionale e quindi deve essere considerato un diritto di salute, la cui singolarità è nell'accogliere e accompagnare le donne nell'intero percorso nell'intero percorso non solo diagnostico ma anche terapeutico, tutto completamente gratuito.
 
Il Direttore Generale
Dott. Ernesto Esposito

 
Valuta questo sito: RISPONDI AL QUESTIONARIO