1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu fondo pagina di navigazione
Contenuto della Pagina
condividi

"Lino uno di noi"

Bando per tre borse di studio in tre diverse discipline legate al mondo del teatro

Per onorare la memoria di Lino Romano, giovane napoletano barbaramente assassinato dalla criminalità organizzata nel 2012, l'Assessorato ai Giovani insieme con l'Assessorato all'Istruzione promuovono il bando "Lino uno di noi", rivolto a giovani dai 15 ai 19 anni.

1) BANDO

Il bando ha come obiettivo l'assegnazione di tre borse di studio per la partecipazione ad un corso in tre diverse discipline legate la mondo del teatro messe a disposizione da TAN - Teatro Area Nord, Duel Beat e Scuola di arte Musicale.

* Corso di Recitazione
Ente erogatore: Scuola di Formazione Teatrale diretta da Niko Mucci - direzione artistica Lello Serao
Il corso si propone di insegnare i "fondamentali" della recitazione teatrale ed è rivolto non solo ad aspiranti attori ma anche a quanti volessero migliorare il proprio modo di esprimersi, rompere la timidezza, avere coscienza del proprio corpo, diventare spettatori attenti.
Scopo del corso è il raggiungimento della conoscenza degli strumenti espressivi che sono alla base delle dinamiche della rappresentazione teatrale, per consentire un percorso di ricerca che abbia come riferimenti l'improvvisazione, il training fisico-sensoriale, l'approccio col testo, lo studio e l'interpretazione di un personaggio, lo studio di dizione, pronuncia e fonetica della lingua italiana, il controllo della respirazione, l'articolazione della parola, l'intonazione, gli accenti, l'eliminazione delle inflessioni dialettali.
Il corso ha la durata di 7 mesi e si concluderà con uno spettacolo a giugno.
* Corso di Musica
Ente Erogatore: Scuola di Arte Musicale di Raffaele Marzano Sede: Associazione "Natale Ciccarelli"(grande maestro di banda e fonte di ispirazione per la scuola suddetta).
I laboratori musicali si strutturano attraverso corsi individuali di strumenti a scelta (pianoforte, canto, chitarra, batteria e strumenti a fiato); corsi collettivi di teoria e solfeggio musicale; corsi collettivi di musica d'insieme.
I ragazzi dopo un percorso della durata di un anno hanno la possibilità di confrontarsi come gruppo e di esibirsi in pubblico con uno spettacolo di fine anno.
* Corso di Cabaret
Ente Erogatore: Duel:Lab - Duel Beat
Il laboratorio di cabaret si realizza attraverso incontri settimanali  nel corso dei quali vengono introdotti gli elementi base della comicità attraverso la recitazione, la postura e la scrittura comica.
Ogni settimana inoltre è prevista una serata al Duel Beat aperta al pubblico in cui i nuovi talenti possono esibirsi per provare i testi su cui hanno lavorato. La presenza di veterani del cabaret e di ospiti nazionali all'interno del laboratorio serale, rappresentano un'ulteriore contributo alla formazione dei giovani talenti.

Scadenza per presentazione domande: 15 novembre.

Le domande, riportanti la dicitura: "Domanda di partecipazione bando 'Lino uno di noi'", vanno trasmesse ai seguenti indirizzi di posta elettronica:
 
- liberascena1@gmail.com per il corso di teatro drammatico;
 
- emanuela@neapolis.it per il corso di cabaret;
 
- rafmusic@live.it per il corso di musica.
 

2) SELEZIONI

La Selezione è orientata a tutti i ragazzi del territorio interessati al progetto e in possesso dei requisiti minimi;
Le date e i luoghi della selezione saranno comunicati sul sito istituzionale del Comune di Napoli, www.comune.napoli.it nei giorni immediatamente successivi alla chiusura del presente bando
Le attività di selezione si svolgeranno attraverso un'intervista individuale motivazionale.
I candidati potranno partecipare alle selezioni soltanto se in possesso dei requisiti minimi (vedi punto 3 del bando) e della documentazione necessaria (vedi punto 4 del bando). Il giudizio della Commissione è insindacabile.

3) REQUISITI PER L'AMMISSIONE

  1. età compresa tra i 15 e i 19 anni;
  2. residenza nel Comune di Napoli da almeno 6 mesi.

4) DOCUMENTAZIONE

  1. Al fine di dimostrare il reale possesso dei requisiti, tutti i candidati dovranno consegnare, nel giorno di selezione previsto, la documentazione sotto indicata, pena l'esclusione:
  2. fotocopia di un documento d'identità in corso di validità;
  3. fotocopia del Codice Fiscale;
  4. curriculum Vitae.

5) VINCITORI

  1. L'esito finale delle selezioni verrà comunicato ai candidati vincitori individualmente tramite posta elettronica, e i nomi degli ammessi al Corso verranno pubblicati sul sito del Comune di Napoli e sui siti dei tre diversi enti erogatori, ognuno per il corso di propria competenza.
  2. I vincitori dovranno inviare all'Ente competente, entro e non oltre 3 giorni dalla pubblicazione della graduatoria, una e-mail di conferma della volontà di partecipare al Corso. La mancata osservanza di tale adempimento comporterà l'esclusione automatica del candidato. In tal caso l'Associazione, attraverso uno scorrimento della graduatoria, contatterà il primo candidato fra gli idonei non vincitori. Il meccanismo dello scorrimento si protrarrà fino all'esaurimento della lista dei candidati.
 
 
 
 
 

Per non dimenticare

Lino Romano viene assassinato il 15 ottobre 2012 nei pressi di Piazza Marianella, all'età di 30 anni. Prima di andare a giocare una partita di calcetto con gli amici, decide di raggiungere la fidanzata a Marianella, quartiere della periferia nord di Napoli. Intorno alle 21:30, Pasquale esce dallo stabile dove vive Rosanna e si dirige verso l'auto. E' proprio in questo momento che 14 proiettili raggiungono Lino. Vero obiettivo dell'agguato è Domenico Gargiulo, catturato poi dagli inquirenti, uomo vicino ai "Girati" in guerra con gli "Scissionisti". L'autore materiale del delitto, Baldassarre Salvatore, e chi aveva preso parte in vario modo alla pianificazione dell'agguato, Annunziata Carmine, Annunziata Gaetano,  Altamura Anna e Marino Vincenzo sono stati tutti arrestati e messi sotto processo.
 
L'assurda morte di Lino richiama l'opinione pubblica e, dopo pochi giorni, una mobilitazione spontanea da vita ad una manifestazione sul Luogo del delitto. All'iniziativa prendono parte anche i familiari di Lino accompagnati da Rosanna. Il 19 ottobre si svolgono i funerali di Lino, il Sindaco di Cardito proclama il lutto cittadino. I genitori di Pasquale scrivono una lettera al Ministro dell'Interno, pubblicata dal quotidiano "Il Mattino" il 18 ottobre. Il Ministro Cancellieri fa visita alla famiglia e promette la vicinanza dello Stato. Il 28 ottobre, in occasione della partita di calcio Napoli-Chievo, viene osservato un minuto di silenzio per Pasquale Romano. A bordo campo viene aperto lo striscione del Coordinamento Campano dei familiari delle vittime innocenti di criminalità. Il 30 ottobre una fiaccolata commemorativa attraversa le strade di Cardito.
Il 18 novembre 2013, Salvatore Baldassarre, esecutore materiale dell'omicidio di Lino Romano, viene condannato all'ergastolo. Diciotto anni e otto mesi per Giovanni Marino, l'autista del commando omicida. Quattordici anni per Anna Altamura, la donna che aveva attirato in trappola il vero obiettivo dell'agguato. Condanne a sedici e quattordici anni per Carmine e Gaetano Annunziata, i due figli di Anna Altamura (sentenza emessa dal gup Francesco Cananzi dopo il processo con rito abbreviato).


L'11 febbraio 2014 nel corso dell'udienza del processo contro Montanera e Vitale, dinanzi alla V Corte di Assise presieduta dal giudice Adriana Pangia, il PM Enrica Parascandolo ha chiesto l'ergastolo per i due imputati. Il 1 aprile la Corte emette la sentenza di condanna all'ergastolo ed isolamento diurno per 18 mesi, interruzione della patria potestà, interdizione dai pubblici uffici e la condanna a risarcire il danno alle parti civili, a carico di Montanera e Vitale, rispettivamente mandante e organizzatore dell'omicidio di Lino Romano.
Valuta questo sito: RISPONDI AL QUESTIONARIO