1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu fondo pagina di navigazione
Contenuto della Pagina
condividi

Laboratori di educazione al territorio

Questo laboratorio, riservato alle scuole del territorio e a cui sarà dedicata una mattina a settimana,  parte dalla necessità di stimolare nei bambini e nelle bambine una nuova consapevolezza rispetto al loro contesto di vita per guardare il quartiere con altri occhi, senza nascondere le problematiche più grosse ma facendo anche scoprire/riscoprire la parte positiva del quartiere, facendo riemergere dalla cappa di problemi che ci attanagliano quello che di bello e di buono (luoghi e persone) abbiamo nel nostro territorio. Tutto il percorso educativo tenderà a far sì che i bambini si sentano sempre di più parte di una comunità estesa e possano percepire il territorio non come una minaccia ma come una risorsa. Pensiamo che un progetto come questo possa contribuire ad una nuova idea di città, e questa ci sembra l'unica strada praticabile perché, come dice Colin Ward:  ... nessuna città è governabile se alleva cittadini che non la sentono propria. 
 Ogni ciclo di incontri prevedrà quattro uscite di cui tre sul quartiere. Per la quarta uscita si prevede un incontro in ludoteca per lavorare alla "restituzione".  Nei giorni che precedono l'ultimo incontro, ogni classe preparerà dei "materiali" da portare in ludoteca. Le uscite sul quartiere faranno riferimento a due aree: storico artistica e socio antropologica.  Saranno individuati come mete: palazzi con rilevanza storico-artistica; chiese; siti artistico culturali (catacombe, ipogei, ossari, ...); artigiani (guanti, fabbrica del cioccolato, pizzerie e tarallifici storici, ...); centri territoriali (centro diurno di igiene mentale, strutture intermedie residenziali per sofferenti psichici, istituto per non vedenti, centri di assistenza per senza fissa dimora,  associazioni socio educative di territorio, ...); centri istituzionali (caserma dei carabinieri, osservatorio astronomico, scuole, ...).  I bambini prepareranno, nelle classi di appartenenza e prima delle varie uscite, dei bigliettini con frasi da loro scelte che saranno distribuiti ai passanti e ai commercianti durante i percorsi nel quartiere. I bambini entreranno così in relazione con la comunità del rione Sanità comunicando i loro pensieri. Le classi, dopo le uscite, prepareranno delle lettere per i siti che le hanno accolte. Non solo ringraziamenti ma impressioni e  riflessioni che possano essere un ulteriore stimolo all'approfondimento e contribuire a stabilire legami forti tra i bambini e il resto del rione. I genitori delle scuole che parteciperanno saranno coinvolti come "narratori" nel progetto: accoglieranno i bambini della propria scuola all'ingresso dei siti delle varie visite con racconti e aneddoti.  Ai genitori saranno dedicati  incontri di formazione laboratoriale in ludoteca.

 
Valuta questo sito: RISPONDI AL QUESTIONARIO