1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu fondo pagina di navigazione
Contenuto della Pagina
condividi

8 marzo #ZEROMIMOSE

L'idea è quella di un 8 marzo che sia momento di riflessione e confronto, ma anche occasione di partecipazione e coinvolgimento,

Sta a ciascuna di noi la responsabilità di valorizzare o piuttosto banalizzare la giornata dell'8 marzo. Le lotte per il diritto di voto, l'emancipazione, il lavoro, la parità e finalmente la  differenza di genere, le Pari Opportunità e ancora i consultori, gli asili nido, la sessualità libera, gli anni del femminismo, del «riprendiamoci la notte», di tutti gli altri significati che via via il movimento delle donne ha scelto nel suo cammino di dare all'8 marzo, sembrano a volte soffocati dal consumismo selvaggio. L'8 marzo è molto più di questo. Una giornata che è ancora memoria storica e ricorda che un cammino è stato fatto. E tocca a noi portarlo avanti come sfida per il futuro. #ZEROMIMOSE è un'iniziativa promossa all'Assessorato ai giovani del Comune di Napoli per andare oltre il gesto di consumo dell'acquisto della mimosa. Per rafforzare il valore dell'8 marzo. Per dare slancio al compito delle giovani generazioni, che è quello di mettere dentro la data dell'8 marzo, non lasciando cadere le battaglie delle generazioni precedenti, le domande sul vivere delle donne, come donne nel tempo in cui vivono. Nell'Italia del 2014 la violenza sulle donne è tragicamente la prima causa di morte delle donne stesse. L'8 marzo sarà così una giornata che diventerà un percorso collettivo lungo il corpo delle donne, soffermandoci attraverso l'arte e la creatività sulle parti del corpo femminile che diventano protagoniste non in quanto oggetto di qualcosa ma soggetto. Occhi, bocca, mani, piedi di donna diventano sguardi di fotografe e registe, voci di attrici e giornaliste, gesti di sarte e operaie, passi di atlete e ballerine. Parti del corpo delle donne che non sono oggetto consumato di violenza ma soggetto produttivo di lavoro e dignità.

Alessandra Clemente
 
 
 
Gran caffè Gambrinus ore 10.30
 
 
Circolo Canottieri ore 19
L'idea è quella di un 8 marzo che sia momento di riflessione e confronto, ma anche occasione di partecipazione e coinvolgimento, nel sostegno concreto alle associazioni che, sul territorio di Napoli e provincia, contrastano quotidianamente la violenza di genere e ogni forma di discriminazione, coinvolgendo le donne di Napoli impegnate in diversi settori quali: cultura, sport, arte, impegno civile, associazionismo, spettacolo, giornalismo, politica, industria.
 
ore 10,30
Performance al Gran Caffè Gambrinus seguita da una riflessione moderata daChiara Marasca, giornalista del Corriere del Mezzogiorno, con racconti e  testimonianze di donne.
 
ore 19,00
Serata-spettacolo presso il Circolo Canottieri di Napoli presentata da Francesca Scogniamiglio e Lorenzo Crea, con la partecipazione di: atelier, personaggi dello spettacolo, mondo della cultura, del volontariato e dello sport in una serata di solidarietà in sostegno degli sportelli antiviolenza delle associazioni.
 
#Zeromimose
L'iniziativa è proposta in partenariato con: Canottieri per il sociale, Gran Caffè Gambrinus, Sportello Antiviolenza Lilith, cooperativa sociale Altri Orizzonti; Associazione Dream Team - Donne in rete, Associazione Le Kassandre, Associazione Maddalena.
Valuta questo sito: RISPONDI AL QUESTIONARIO