1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu fondo pagina di navigazione
Contenuto della Pagina
condividi

attività di accoglienza semiresidenziale di minori per l'anno scolastico 2006/2007

COMUNE DI NAPOLI 
Assessorato agli Affari Sociali

                                                    
attività di accoglienza semiresidenziale di minori per l'anno scolastico 2006/2007

Si comunica che con Deliberazione di G.M. n. 4338 del 16.11.05 è stata autorizzata l'attività di accoglienza semiresidenziale per l'anno scolastico 2006/07, ai sensi delle deliberazioni Consiliari n. 93 del 20/4/94 con la quale sono stati determinati i criteri e le modalità di accesso all'assistenza di cui all'oggetto - come modificata con Delib. Cons. 177/96 - e n. 108 del 16/5/95 con la quale sono stati determinati i criteri e le modalità per la concessione di benefici a detenuti.

Si comunica inoltre che, per ridurre al minimo il disagio degli utenti, lo scrivente Servizio ha accolto l'offerta di collaborazione proposta dall'UNEBA, la quale si è dichiarata disponibile a far accettare dai propri associati le richieste di proroga (passaggio di classe all'interno dello stesso ciclo scolastico) dei minori per i quali nell'anno scolastico 2005/06 è stato erogato il servizio in parola. Dette richieste saranno poi trasmesse allo scrivente Servizio a cura degli stessi Enti.

L'accettazione delle richieste di accoglienza e mantenimento in regime semiresidenziale per il prossimo anno scolastico avverrà nel modo seguente:
 

  • Riconferma - su richiesta dei genitori - per continuità didattica dei minori frequentanti le classi intermedie dello stesso ciclo scolastico (proroghe). Tali richieste potranno essere presentate dagli esercenti la potestà genitoriale direttamente all'Ente convenzionato presso cui è inserito il minore;
  • Riconferma dei minori - su richiesta dei genitori e previo approfondito esame e motivato parere sulle reali condizioni di bisogno da parte delle AA.SS. - per il passaggio al ciclo scolastico superiore. Si precisa che - ai sensi della Deliberazione Consiliare n. 93 del 20.4.94 - le richieste in oggetto saranno attentamente valutate dalla Commissione prevista dall'art.8 della citata deliberazione. Tali richieste dovranno essere presentate al Centro di Servizi Sociali territorialmente competente, del pari dovranno essere presentate al Centro Sociale le richieste di trasferimento presso altro Ente convenzionato;
  • Le nuove ammissioni, dopo attenta valutazione della disponibilità sul territorio di scuole pubbliche, nonché la possibilità di inserire i minori presso altre iniziative attivate sul territorio stesso, potranno essere accettate in via prioritaria nei seguenti casi, fermo restando le condizioni di estremo disagio socio-ambientale ed economico del nucleo familiare e le limitazioni imposte, per i figli dei detenuti, dalla deliberazione CC 108/95:
    1. elevata e crescente dinamica di conflittualità relazionale nella famiglia; 
    2. il verificarsi di un evento improvviso che si pone come elemento scatenante di crisi e destabilizzazione del nucleo familiare con ripercussioni negative ai danni del minore

 
All'interno di questa casistica viene riconosciuto e valutato il diritto per alcune categorie di utenti ai sensi della Deliberazione Consiliare n.108 del 16.5.95 (determinazione dei criteri per la concessione di provvidenze in favore delle famiglie dei detenuti), che prevede l'accoglienza di un solo minore per nuclei familiari fino ad un massimo di tre figli e di due minori per quelli con quattro figli e più .
I Centri di Servizi Sociali relazioneranno dettagliatamente sui casi accettati specificando le motivazioni per cui è necessario l'inserimento a semiconvitto.

Quanto sopra nelle more della revisione dell' "Albo di accreditamento" - ai sensi della normativa vigente - dei Centri socio-educativi semiresidenziali e con riserva di trasferire i minori ad altro ente qualora quello prescelto non fosse riconfermato nell'albo degli enti accreditati.

Si precisa che tutte le richieste dovranno essere redatte sulla modulistica appositamente predisposta dal Servizio Politiche per i Minori l'Infanzia e l'Adolescenza-Giovani Ufficio interventi integrativi , che dovrà essere compilata in ogni sua parte.

Tanto premesso, si dettano, qui di seguito, le norme attuative per la concessione del semiconvitto per l'anno scolastico 2006/2007:

Per tutti i minori per i quali si chiede l'intervento socio-educativo e le cui famiglie versino in particolari comprovate condizioni di bisogno o di disagio, gli esercenti la potestà genitoriale (genitori o tutore) dovranno presentare, entro il 12 MAGGIO 2006 istanza corredata da dichiarazione di responsabilità resa ai sensi dell'art. 3 della Legge n. 127/1997 e del D.P.R. 445/2000, attestante: 
 

  • composizione nucleo familiare;
  • residenza nel Comune di Napoli degli esercenti la potestà genitoriale (genitori o tutori);
  • dichiarazione che il nucleo familiare non goda di altri tipi di assistenza erogati dal Comune o da altro ente pubblico o istituzione del privato sociale ovvero indicazione del beneficio goduto e dell'Ente erogante;
  • reddito IRPEF anno 2005 (Indicatore ISE della Certificazione ISEE) dei genitori, dei figli maggiorenni, dei nonni conviventi, ai sensi della Deliberazione CC n. 93 del 20.4.94;
  • oppure stato di disoccupazione di tutti i componenti il nucleo familiare, inoltre
  • può essere presentata, a discrezione del richiedente, ogni eventuale altra documentazione o certificazione dalla quale si evinca lo stato di bisogno o di disagio familiare e/o ambientale e sanitario.
  • Tutte le richieste dovranno essere corredate della seguente documentazione:

    
      1) Certificazione ISEE anno 2005;
      2) Fotocopia del codice fiscale del minore per cui si inoltra la richiesta;
 
Si comunica che - ai sensi della deliberazione Consiliare n. 207 del 18/6/96 - i cittadini dovranno contribuire alla spesa del semiconvitto nella misura di seguito indicata, in rapporto al reddito familiare complessivo dell'anno 2005 rilevato dalla situazione reddituale (indicatore ISE) riportato nella certificazione ISEE:
 
TARIFFE SEMICONVITTO:
 

reddito familiare netto annuo
reddito familiare netto annuo
quota mensile
da €    
a €
 
0
7.230,40                         
ESENTE
7.230,41
9.296,22
€ 42,35
9.296,23
11.362,05
€ 62,49
11.362,06
13.427,88
€ 85,22
13.427,89  
Oltre
non ammissibili
 

Le suddette tariffe sono relative ad un nucleo familiare con tre figli a carico. Per ogni figlio in più a carico è da prevedersi una quota di elevazione del reddito familiare pari a € 516,46.

Inoltre, si precisa che tali tariffe sono ridotte del 50% per i minori appartenenti allo stesso nucleo familiare successivi al 1°.
Tanto nelle more della definizione, ai sensi del D. Lgvo 109/98 dell'applicazione della normativa ISEE.
Tale contributo dovrà essere versato anticipatamente, indipendentemente dalla frequenza, su c/c postale n. 22157804 intestato a: "Comune di Napoli 94° Servizio Serv. Tesoreria Galleria Principe di Napoli 80135 Napoli" precisando la causale del versamento.
Sarà cura degli istituti far pervenire a questo Servizio le ricevute dei versamenti di cui sopra, unitamente agli elenchi dei minori assistiti, ad inizio di ogni mese.

Si richiama l'attenzione dei Centri di Servizi Sociali sulla necessità che tutte le istanze di ammissione vengano regolarmente protocollate.

IL DIRIGENTE
Dr. G. Attademo

L'ASSESSORE AGLI AFFARI SOCIALI
Dr. R. Tecce

Valuta questo sito: RISPONDI AL QUESTIONARIO