1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu fondo pagina di navigazione
Contenuto della Pagina
condividi

Denunzie, querele e smarrimento documenti

L'articolo 57 comma 3 del Codice di procedura penale e l'articolo 5 comma 1 e 2 della Legge 07.03.1986 n° 65 conferiscono le qualifiche di Ufficiale o di Agente di Polizia Giudiziaria nonché, previo Decreto del Prefetto, la qualifica di Agente di Pubblica Sicurezza, agli appartenenti ai Corpi di Polizia Municipale.
Per effetto di tali funzioni previste dalla legge, gli Uffici della Polizia Municipale possono raccogliere le denunzie e le querele dei cittadini, in via generale per tutti i reati ed in via più particolare per i reati relativi alle materie di specifica competenza quali, ad esempio, l'abusivismo edilizio, la tutela dell'ambiente, gli scarichi abusivi, etc.
Rientrano altresì nella competenza specifica della Polizia Municipale i reati sottoposti alla giurisdizione del Giudice di Pace per effetto del Decreto legislativo 28.08.2000 n° 274.

Ricezione di denunce e querele

Chiunque intenda presentare una denunzia od una querela può farlo presentandosi personalmente o a mezzo di procuratore legale presso l'Unità Operativa territorialmente competente, munito di un valido documento di riconoscimento.

La denunzia e la querela possono essere sporte in forma scritta ovvero verbalmente all'Ufficiale di P.G. che la riceve.
Nel primo caso, se l'Ufficiale di P.G. non ritiene di dover acquisire altre notizie oltre quelle riportate, in calce alla stessa viene redatto solo il verbale di ricezione e di identificazione del denunziante.
Nel secondo caso, invece, la denunzia viene riportata integralmente in un verbale di ricezione di denunzia orale redatto dall'Ufficiale di P.G.

 

Ricezione di denunzie di smarrimento documenti, esposti, reclami, segnalazioni

Chiunque intenda presentare una denunzia di smarrimento di documenti di circolazione di veicoli o di documenti di identità ovvero di ogni altro documento attestante l'appartenenza ad albi di rilevanza pubblica ovvero di altri contrassegni giuridicamente rilevanti può farlo presentandosi personalmente o a mezzo di procuratore legale presso l'Unità Operativa territorialmente competente, munito di un valido documento di riconoscimento.

La denunzia può essere sporta in forma scritta su carta libera ovvero verbalmente al Pubblico Ufficiale che la riceve.
Nel primo caso, se l'Ufficiale non ritiene di dover acquisire altre notizie oltre quelle riportate, in calce alla stessa viene redatto solo il verbale di ricezione e di identificazione del denunziante.
Nel secondo caso, invece, la denunzia viene riportata integralmente in un verbale di ricezione di denunzia orale redatto dall'Ufficiale stesso.
Uno o più attestati della presentazione della denunzia vengono rilasciati, su richiesta del denunziante per gli usi consentiti
Parimenti, presso gli stessi uffici, possono essere presentati esposti, reclami e segnalazione per questioni varie di natura amministrativa, sia personalmente che a mezzo di procuratore legale, muniti di valido documento di identificazione.

Valuta questo sito: RISPONDI AL QUESTIONARIO