1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu fondo pagina di navigazione
Contenuto della Pagina
condividi

5 marzo 2012: giornata cittadina per la Sicurezza sul Lavoro

Insieme per la sicurezza sul lavoro. Seduta solenne del Consiglio Comunale

 
 

Lunedì 5 marzo 2012 alle ore 11.00
Presso la Sala dei Baroni del Maschio Angioino
Seduta Solenne del Consiglio Comunale
sotto l'Alto Patronato della Presidenza della Repubblica

 
 
 

In Italia la Costituzione e le leggi danno ampia tutela al lavoro e alla salvaguardia della salute dei lavoratori. Alle Istituzioni e a tutti i cittadini spetta, quindi, il dovere di fare rispettare queste leggi. Proprio Napoli, che conosce più da vicino lavoro nei suoi aspetti più drammatici precariato, lavoro nero, sfruttamento dei minori e degli immigrati, disoccupazione , proprio Napoli allora, prima città in Italia, ha voluto dedicare ogni anno una giornata, il 5 marzo, alla sicurezza sul lavoro ed alla prevenzione degli infortuni. Una giornata per la tutela dei diritti di tutti i lavoratori, non solo della nostra città, poiché ogni lavoratore è un bene prezioso per tutta la società. Pertanto, pure se i dati statistici in materia di infortuni sono confortanti, l'attenzione di tutti deve restare alta per realizzare sempre: prevenzione, controlli e informazione. L'informazione, insieme alla cultura del rispetto e della tutela del lavoratore, deve partire dalla scuola: già tra i banchi, pertanto, deve essere radicata nei giovani la cultura della prevenzione e della tutela del "bene comune" del lavoro. Patrimonio comune che, proprio perché tale, deve essere tutelato da tutti noi, con salvaguardia totale ed imprescindibile di chi nel lavoro deve vivere e mai più dovrà accadere che sul lavoro possa infortunarsi o addirittura perdere la vita.

locandina dell'evento
Napoli è la prima città d'Italia che ha voluto dedicare una giornata, quella del 5 marzo, alla sicurezza sul lavoro ed alla prevenzione delle morti bianche.
Una giornata per la tutela dei diritti di tutti i lavoratori, non solo di Napoli, ma di tutto il mondo: perché ogni lavoratore è un bene prezioso per tutta la società ed il lavoro è un "bene comune".
La giornata del 5 marzo, pertanto, deve testimoniare un impegno congiunto di tutte le parti sociali per la prevenzione, il controllo e la informazione.
A cominciare dalla scuola da dove deve radicarsi una cultura del rispetto e della tutela del lavoratore.
La giornata della sicurezza del 5 marzo, quindi, vuole tutelare un patrimonio comune, per la salvaguardia imprescindibile di tutti quelli che vivono di lavoro e mai più dovrà accadere che ne possano morire. 

Il Presidente della Commissione Consiliare Permanente Lavoro - Sviluppo - Attività Produttive - Commercio
Avv. Antonio Crocetta   
L'iniziativa del Comune di Napoli di dedicare una giornata cittadina ed una seduta del Consiglio comunale al tema della sicurezza sul lavoro rappresenta un appuntamento importante volto a stimolare tutti gli attori sociali in direzione di un impegno concreto contro un fenomeno inaccettabile in un Paese democratico. Un impegno comune fondato sulla prevenzione e il controllo, ma anche e soprattutto sull'informazione. L'articolo 1 della Costituzione recita che "L'Italia è una Repubblica democratica fondata sul lavoro", intendendo con lavoro la certezza dei diritti e del rispetto della sicurezza. Questo articolo è ancora troppo disatteso nel nostro Paese, ancora troppo inattuato. Precariato, occupazione in nero, sfruttamento di minori e immigrati, disoccupazione, gare ed appalti piegati alla sola logica del ribasso, scarsa certezza della pena: sono tanti, troppi i nemici che vanno sconfitti. Per questo lo sforzo deve essere condiviso e comune, perchè gli infortuni e le morti sul lavoro non sono il prodotto del caso e della sorte, bensì il frutto avvelenato del non rispetto delle norme e delle leggi che garantiscono le lavoratrici e i lavoratori.
 
Il Sindaco
Luigi de Magistris
 
 
 

OSSERVATORIO DEL LAVORO OSSERVATORIO PER LA SICUREZZA SUI LUOGHI DI LAVORO
Comune di Napoli - Prefettura Napoli - Ministero del Lavoro e della Previdenza Sociale - Regione Campania Assessorato al Lavoro - Provincia di Napoli Assessorato al Lavoro Comune di Napoli - CTP di Napoli - Università Federico II Napoli - Unione Industriali di Napoli - Università Orientale - Università Suor Orsola - CGIL - CISL -UIL - UGL- CISAL - Direzione Regionale INAIL Napoli - Direzione Provinciale INAIL Napoli - Telecom - Soc. SI.RE.NA. - Fondazione IDIS Città della Scienza - Camera di Commercio - ARES - Ansaldo s.p.a. - Metropolitana Napoli - Coldiretti Napoli - CNA Napoli - Fastweb - Confagricoltura CLAAI - Casartigiani - Movimento Cristiano Lavoratori - Ordine Consulenti Lavoro - Ordine Ingegneri - Confcommercio - Confesercenti - Confartigianato - Acen Napoli - ANMIL - CONFAPI - API Napoli - ANCOT Napoli - Direzione Provinciale INPS - Coni Napoli - AICAST Napoli - Dipartimento Scienze Mediche preventive Università Federico II - ASL NA1 - USR ufficio regionale scolastico per la Campania - Direzione Regionale del Lavoro Napoli - Direzione Territoriale del Lavoro Napoli - ENS Napoli - UNMS - UIC - Camera di Commercio - ARES - Confcooperative - Confapii - Università Parthenope - Associazione Napolipuntoacapo - Associazione italiana prevenzione e protezione - AIAS - Compagnia delle opere della Campania - Coldiretti Napoli - Associazione Forense del Lavoro - Napoletanagas- Consorzio Promos Ricerche - Ordine Avvocati .- Movimento cristiano lavoratori.

Valuta questo sito: RISPONDI AL QUESTIONARIO