1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu fondo pagina di navigazione
Contenuto della Pagina
condividi

Le novità del Comune di Napoli per l'apertura dell'anno scolastico

In occasione dell'apertura dell'anno scolastico sono state presentate le scelte e le linee di indirizzo del Comune di Napoli per la scuola, elaborate di concerto con gli Assessorati all'Istruzione, alle Politiche Giovanili, alle Politiche Sociali ed all'Ambiente. Sono intervenuti il Sindaco Luigi de Magistris e gli assessori all'Istruzione, Anna Maria Palmieri, alle Politiche Giovanili, Giuseppina Tommasielli, e alle Politiche Sociali, Sergio D'Angelo.

Questi i punti nodali delle cose fatte e di quelle in fieri:

 

Ampliamento dell'offerta di asili nido e scuole comunali

In occasione dell'apertura dell'anno scolastico sono state presentate le scelte e le linee di indirizzo del Comune di Napoli per la scuola, elaborate di concerto con gli Assessorati all'Istruzione, alle Politiche Giovanili, alle Politiche Sociali ed all'Ambiente. Sono intervenuti il Sindaco Luigi de Magistris e gli assessori all'Istruzione, Anna Maria Palmieri, alle Politiche Giovanili, Giuseppina Tommasielli, e alle Politiche Sociali, Sergio D'Angelo.

 

Partendo dai territori che hanno più richiesta e meno possibilità di accesso nasceranno in totale sei asili nido nuovi, due già in apertura e di prossima inaugurazione, altri quattro in cui si aprono le iscrizioni e si conta di rendere attivi a fine ottobre. Questo risultato è stato possibile anche grazie al contributo del personale messo a disposizione dal settore delle politiche sociali.

Inoltre è prevista l'apertura già ad inizio autunno delle sezioni primavera comunali (gli anni scorsi avveniva in febbraio) e snellimento e razionalizzazione dell'attribuzione di incarichi ai docenti dalle graduatorie (per la prima volta ad inizio anno le scuole hanno già assegnato il corpo docente e educatore).

 

Iniziative sul piano educativo - culturale

E' stato messo a punto:

  • il piano di formazione/informazione sulla cultura ecologico-ambientale e a favore della sensibilizzazione alla raccolta differenziata e al riciclo. Il progetto, chiamato La città ecologica, sarà realizzato insieme ad Assessorato all'Ambiente, Asìa, Assessorato allo sport e alle politiche giovanili. Importante il contributo della Federazione dei Medici Pediatri;
  • concorso "Il gioco delle regole, le regole del gioco" con l'Assessorato allo sport e l'Assessorato ai beni comuni, su tematiche di educazione alla cittadinanza. In palio 500 biglietti del Napoli. In modo ludico offriremo un sostegno all'educazione civica durante tutto il campionato di calcio;
  • "Come eravamo: crisi e rinascita di una città" (Gli assessori e il sindaco incontrano le scuole in occasione delle 4 giornate di Napoli (29 settembre 2011) e "Il dopoguerra degli altri". Gli studenti napoletani incontrano i sindaci di Sarajevo e Kigali (3 ottobre 2011).
 

Nuovi strumenti d'ascolto e dialogo per le scuole

Abbiamo messo a punto o attuato:

  • contatto diretto (incontri fissi, almeno bimestrali, con dirigenti e operatori);
  • condivisione delle attività tramite newsletter con tutta la "Comunità Scuola", nuovi strumenti in allestimento per un rapporto diretto e costante tra le scuole e con le scuole;
  •  tempestività nelle risposte alla comunicazione scritta.
 

La scuola in rete col Comune, l'assessorato nelle reti di scuole e nelle reti associative

Sono stati favoriti:

  • il rapporto con le reti di scuole e con le associazioni impegnate nella scuola o al fianco della scuola sul contrasto alla dispersione, sul disagio, sui migranti, sulla deprivazione nei territori difficili;
  • un'attenzione peculiare all'integrazione dell'handicap e dei migranti come punto qualificante: abbiamo attivato diversi tavoli di condivisione, e molti veri e propri patti-programma, che supporteremo, a cui parteciperemo, a cui daremo appoggio strategico;
  • l'appoggio politico ideale e reale a chi (associazione, gruppo, comitato civico) combatte e opera per l'inclusione.
 

Raccordo inter-istituzionale

Sono stati avviati tavoli di dialogo inter-istituzionali sia con la Provincia che con l'Ufficio Scolastico Regionale per scambiare informazioni utili, razionalizzare la rete scolastica e migliorare e potenziare la rete di interventi progettuali, nonché con il servizio dell'ASL (GPA) per avviare patti formativi con le scuole di concerto con Politiche sociali.

 
Valuta questo sito: RISPONDI AL QUESTIONARIO