1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu fondo pagina di navigazione
Contenuto della Pagina
condividi

Attività di accoglienza semiresidenziale di minori per l'anno 2011/2012

Si comunica che con Deliberazione di G.M. n. 1916 del 02/12/2010 è stato autorizzato il prosieguo dell'attività di accoglienza semiresidenziale per l'anno 2011 affidato con Determinazione dirigenziale n. 21 22/02/2011, adottata ai sensi della Deliberazionedi GM n. 2144 del 22/02/2011, ai Centri socio educativi semiresidenziali accreditati. Detto intervento è regolamentato dalla Deliberazione Consiliare n. 93 del 20/4/94 con la quale sono stati determinati i criteri e le modalità di accesso all'intervento in parola - come modificata con Delib. Cons. 177/96.

In relazione alle richieste di intervento per l'anno 2011/2012, si comunica che, per ridurre al minimo il disagio degli utenti, il Servizio Politiche per i Minori Infanzia Adolescenza, come per gli anni decorsi, ha accolto l'offerta di collaborazione proposta dall'UNEBA, la qualesi è dichiarata disponibile a far accettare dai propri associati le richieste di riconferma dell'intervento (proroga) dei minori per i quali nell'anno 2010/2011 è stato erogato il servizio in parola, come specificato al seguente punto 1. Detterichieste saranno poi trasmesse a questo Servizio a cura degli stessi Enti.

L'accettazione delle richieste di accoglienza e mantenimento in regime semiresidenziale avverrà nel modo seguente:

1) Riconferma - su richiesta dei genitori - dei minori di età compresa

- tra i 3 e i 5 anni;
- tra i 7 e i 10 anni o che, comunque, non abbiano completato il ciclo della scuola primaria;
- tra i 12 e i 13 anni o che, comunque, non abbiano completato il ciclo della scuola media inferiore;
- tra i 14 e i 17 anni.

Tali richieste potranno essere presentate dagli esercenti la potestà genitoriale direttamente all'Ente convenzionato presso cui è inserito il minore;

2) Riconferma dei minori - su richiesta dei genitori e previo approfondito esame e motivato parere sulle reali condizioni di bisogno da parte delle AA.SS. - come di seguito specificato

- Bambini nati nell'anno 2005
- Bambini di età compresa tra i 10 e gli 11 anni o che,comunque, abbiano completato il ciclo della scuola primaria;
- Ragazzi di età compresa tra i 13 e i 14 anni o che, comunque, abbiano completato il ciclo della scuola media inferiore.

Si precisa che - ai sensi della Deliberazione Consiliare n. 93 del 20.4.94 - le richieste in oggetto saranno attentamente valutate dalla Commissione prevista dall'art.8 della citata deliberazione.

Tali richieste dovranno essere presentate al Centro di Servizi Sociali territorialmente competente, del pari dovranno essere presentate al Centro Sociale le richieste di trasferimento presso altro Ente convenzionato;

3) Le nuove ammissioni, dopo attenta valutazione delle condizioni di disagio socio-ambientale ed economico del nucleo familiare nonché della possibilità di inserire i minori presso altre iniziative attivate sul territorio stesso, potranno essere accettate in via prioritaria nei seguenti casi:

- elevata e crescente dinamica di conflittualità relazionale nella famiglia;
- il verificarsi di un evento improvviso che si pone come elemento scatenante di crisi e destabilizzazione del nucleo familiare con ripercussioni negative ai danni del minore;
- famiglie in cui uno dei genitori, o entrambi, sia detenuto.

Si precisa che tutte le richieste dovranno essere redatte sulla modulistica appositamente predisposta dal Servizio Politiche per i Minori Infanzia Adolescenza - Ufficio interventi integrativi - che dovrà essere compilata in ogni sua parte.

 
Valuta questo sito: RISPONDI AL QUESTIONARIO