1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu fondo pagina di navigazione
Contenuto della Pagina
condividi

In linea i bandi europei, nazionali e regionali aggiornati al mese di Gennaio 2011

In linea i bandi europei, nazionali e regionali aggiornati al mese di Gennaio 2011.
Si segnalano i bandi pubblicati di recente a cui possono accedere gli Enti locali.

 

Cultura

 

La Commissione europea invita a presentare proposte per progetti di cooperazione culturale che promuovano scambi tra paesi partecipanti al programma e paesi terzi che abbiano stipulato accordi di associazione o cooperazione culturali con l'Unione Europea. Ogni anno vengono selezionati uno o più paesi terzi; nel 2011, il paese terzo ammissibile è il Messico. L'azione deve creare una concreta dimensione di cooperazione internazionale. I progetti di cooperazione devono:coinvolgere non meno di tre operatori culturali (il coordinatore e almeno due coorganizzatori) provenienti da minimo tre paesi partecipanti al programma, garantire una cooperazione culturale con almeno un'organizzazione del paese terzo selezionato e prevedere che almeno il 50% delle attività intraprese si svolga nel paese terzo

Beneficiari: Sono ammissibili unicamente le organizzazioni pubbliche o private con status giuridico che esercitino un'attività principale in campo culturale (settori culturali e creativi) e abbiano sede legale in uno dei paesi partecipanti al programma

Importo disponibile: Il contributo comunitario richiesto deve essere compreso tra 50.000 € e un massimo di 200.000

Modalità di partecipazione: Per i progetti di cooperazione con i paesi terzi, la data di inizio del progetto deve essere compreso tra il 1° Novembre 2011 ed il 31 Ottobre 2012. La durata del progetto deve essere al massimo 24 mesi; per questa azione non esiste una durata minima
Per la presentazione delle domande é stato creato un sistema online apposito. Le proposte devono essere presentate entro e non oltre le 12:00 del 3 Maggio 2011 mediante il modulo online -Electronic application form ("eForm") -  accessibile sul sito Internet dell'Agenzia esecutiva
Tuttavia, un pacchetto di applicazioni dovrà essere inviatio anche per posta, pacchetto che deve includere sia le copie cartacee di una serie di documenti, nonché un CD-Rom contenente i CV e i report delle attività.
Il pacchetto di candidatura deve essere inviato per posta, tramite corriere espresso o consegnate di persona;
nel caso in cui venga consegnato di persona, la consegna deve avvenire entro le ore 16.00

Scadenza: 3 Maggio 2011

Per ulteriori dettagli: vai alla pagina bandi/cultura
 


Istruzione e Formazione

Il presente invito a formulare proposte si fonda sulla decisione n. 1719/2006/CE del Parlamento e del Consiglio che istituisce il programma Gioventù in azione per il periodo 2007-2013. Gli obiettivi generali definiti nella decisione che istituisce il Programma Gioventù in azione sono i seguenti: promuovere la cittadinanza attiva dei giovani, in generale, e la loro cittadinanza europea in particolare; sviluppare la solidarietà e promuovere la coesione sociale dell'Unione europea; contribuire a sviluppare le possibilità di sostenere le attività dei giovani e la capacità degli organismi della società civile in campo giovanile; favorire la cooperazione europea nel settore della gioventù. 
 
Attività: Il presente invito a formulare proposte riguarda il sostegno alle azioni e alle sottoazioni sotto elencate:
Azione 1 - Gioventù per l'Europa
Azione 2 - Servizio europeo per il volontariato
Azione 3 - Gioventù nel mondo
Azione 4 - Strutture di sostegno per la gioventù
Azione 5 - Sostegno alla cooperazione europea nel settore della gioventù

Beneficiari: Possono presentare una domanda: organizzazioni senza scopo di lucro o non governative,  organismi pubblici locali e/o regionali,  gruppi giovanili informali,  enti attivi a livello europeo nel campo della gioventù,  organizzazioni internazionali senza scopo di lucro,  organizzazioni commerciali che organizzano una manifestazione nel campo della gioventù, dello sport o della cultura.

Importo disponibile: €. 122 624 083

Scadenza: 1 Febbraio 2011

Per ulteriori dettagli: vai alla pagina bandi/istruzione e formazione


Programma: Istruzione e Cultura - EUROPA PER I CITTADINI - CITTADINANZA ATTIVA
Il presente invito a presentare proposte si basa sulla decisione n. 1904/2006/CE del Parlamento europeo e del Consiglio, del 12 dicembre 2006, che istituisce, per il periodo 2007-2013, il programma «Europa per i cittadini» mirante a promuovere la cittadinanza europea attiva

Obiettivi: Il programma «Europa per i cittadini» si pone i seguenti obiettivi specifici:
- riunire le persone delle comunità locali di tutta Europa affinché condividano e scambino esperienze, opinioni e valori, traggano insegnamenti dalla storia e operino per costruire il proprio futuro,
- promuovere iniziative, dibattiti e riflessioni in materia di cittadinanza e democrazia, di valori condivisi, di storia e cultura comuni in Europa, grazie alla cooperazione delle organizzazioni della società civile a livello europeo,
- rendere l'idea dell'Europa più tangibile per i suoi cittadini, promuovendo i valori e i risultati europei e conservando al tempo stesso la memoria del passato,
- incoraggiare l'interazione tra i cittadini e le organizzazioni della società civile di tutti i paesi partecipanti, contribuendo al dialogo interculturale e mettendo in evidenza la diversità e l'unità dell'Europa con un'attenzione particolare per le attività finalizzate a facilitare l'intreccio di legami tra i cittadini degli Stati membri che facevano già parte dell'Unione europea il 30 aprile 2004, e quelli degli Stati membri che hanno aderito successivamente.

Attività: Il presente invito riguarda le seguenti azioni del programma «Europa per i cittadini» che vengono finanziate nell'ambito di due tipi di sovvenzioni: sovvenzioni di progetto e sovvenzioni operative.
Azione 1: Cittadini attivi per l'Europa
Azione 2: Società civile attiva in Europa

Beneficiari: Il programma è aperto a tutti i promotori che risiedano in uno dei paesi partecipanti al programma e siano, a seconda della misura:
un ente pubblico,  un'organizzazione senza fini di lucro dotata di status giuridico (personalità giuridica).

Importo disponibile: €. 18 674 000

Scadenza: 1 Febbraio 2011
 
Per ulteriori dettagli: vai alla pagina bandi/istruzione e formazione


Pari opportunità

Programma: Occupazione, Affari Sociali e Pari Opportunità. Lo scopo principale di questo progetto pilota è quello di promuovere nuovi modelli di cooperazione tra istituzioni pubbliche, aziende e imprese sociali, al fine di realizzare un più efficace approccio attraverso la creazione di partenariati specifici per favorire l'inclusione sociale e  l'integrazione nel mercato del lavoro. Ciò permetterà lo sviluppo di spazi permanenti di dialogo e promuovere la reciproca comprensione e le buone pratiche.

Obiettivi: I progetti mireranno alla promozione di modelli innovativi di partenariato concentrandosi sulla identificazione, misurazione e validazione di buone prassi che possono essere riprodotte in altri paesi e regioni. I progetti dovrebbe concentrarsi sui temi specificati nel punto 4 della call (una domanda può coprire più di un tema) Il progetto pilota sarà realizzato in collaborazione con alcune delle reti create nell'ambito del programma PROGRESS e del FSE

Attività: Le attività svolte dai partenariati possono riguardare, a titolo di esempio: sviluppo e sperimentazione di metodologie  e strumenti innovativi;formazione / informazione / azioni di consulenza;organizzazione di tavole rotonde, scambi di esperienze e migliori prassi;studi di casi, compresi gli studi comparativi della situazione nei diversi Stati membri;seminari e conferenzeiniziative per favorire la raccolta, l'uso e la diffusione delle informazioni sull'economia  sociale, come i siti web, pubblicazioni, newsletter e altri strumenti per la diffusione delle informazioni, tra cui una conferenza di diffusione finale

Importo disponibile:€ 1.500.000,00

Modalità di partecipazione: La Commissione sosterrà il costo del progetto fino all'80% dei costi ammissibili  
Le proposte devono essere sviluppate e attuate da un partenariato a livello transnazionale  (organizzazioni provenienti da almeno tre Stati membri) e deve coinvolgere almeno tre partner
Saranno presi in considerazione solo i progetti con una durata minima di 12 mesi e massima di 18 mesi
La domanda di sovvenzione deve essere presentata elettronicamente attraverso il sistema
SWIM  (SAGA Web Input Module)

Scadenza: 2 Marzo 2011

Per ulteriori dettagli: vai alla pagina bandi/pari opportunità
 


Sono stati pubblicati sei avvisi pubblici per la presentazione di progetti a valenza territoriale, da finanziare con le risorse del Fondo europeo per l'integrazione di cittadini di Paesi terzi 2007-2013, nell'ambito del programma generale "Solidarietà e gestione dei flussi migratori".

Bando: Gli avvisi attengono alla presentazione di progetti a valere sulle seguenti azioni, individuate dal programma annuale FEI 2010:

Azione 1 - 2010, "Formazione linguistica, orientamento civico, orientamento al lavoro e formazione professionale" - € 3.000.000,00
Azione 2 - 2010, "Progetti giovanili" - € 3.500.000,00
Azione 3 - 2010, "Azioni di sensibilizzazione, di informazione e di comunicazione" - € 1.000.000,00
Azione 4 - 2010, "Iniziative di mediazione sociale e promozione del dialogo interculturale" - € 3.800.000,00
Azione 5 - 2010, "Programmi innovativi per l'integrazione" - € 1.000.000,00
Azione 7 - 2010, "Capacity building: costituzioni di strutture e reti di intervento" - € 1.200.000,00
 
Complessivamente, i fondi messi a disposizione per progetti a valere sulle sei azioni ammontano a € 13.500.000,00. 

Beneficiari: Enti Locali e singole articolazioni dotate di autonomia finanziaria; fondazioni; organismi governativi ed intergovernativi; organismi ed organizzazioni internazionali; Ong; Associazioni Onlus; Cooperative; organismi di diritto privato; associazioni sindacali, datoriali, organismi di loro derivazione/emanazione, sindacati; ASL, aziende ospedaliere e organismi di derivazione dotati di autonomia finanziaria; Università e singoli dipartimenti; istituti di ricerca; istituti e scuole pubbliche di istruzione primaria e secondaria, centri territoriali permanenti e uffici scolastici regionali.

I soggetti proponenti possono partecipare in forma singola o associata (partenariati/raggruppamento/consorzio).
È fatto divieto ai soggetti proponenti (sia capofila che partner) di partecipare al presente avviso in più di un partenariato/raggruppamento/consorzio ovvero di partecipare anche in forma singola qualora abbiano già partecipato nell'ambito di un partenariato/raggruppamento/consorzio
Si precisa che gli enti locali possono presentare in qualità di Capofila una sola proposta progettuale a valere su un'azione ma possono partecipare in qualità di partner anche a più progetti riferiti alla stessa azione
 

Scadenza: 28 Febbraio 2011

Per ulteriori dettagli: vai alla pagina bandi/pari opportunità
 


Il Dipartimento per le Pari Opportunità, ai sensi dell'articolo 12 della legge 7 agosto 1990, n. 241, intende concedere, nei limiti delle disponibilità di bilancio e previo espletamento delle procedure disciplinate con il presente avviso, un contributo finanziario a iniziative che assicurino la promozione delle politiche a favore delle pari opportunità di genere e dei diritti delle persone e delle pari opportunità per tutti.
 
Importo disponibile: € 1.200.000

Indipendentemente dal costo totale dell'iniziativa, il contributo massimo concedibile dal Dipartimento per ciascuna iniziativa è pari a euro 10.000 (diecimila), da erogarsi in un'unica soluzione a conclusione dell'iniziativa e previa presentazione del rapportofinale di attività e della documentazione contabile comprovante le spese effettivamente sostenute.
E' prevista la concessione di un solo contributo nell'arco di un anno solare in favore dei soggetti pubblici o persone giuridiche private che presenteranno domanda, anche se in partnenariato con altri soggetti.

Beneficiari:
Sono ammesse a finanziamento le iniziative promosse da soggetti pubblici o da persone giuridiche private (ad esclusione delle persone fisiche). I soggetti pubblici o le persone giuridiche private interessati a promuovere iniziative coerenti con le finalità di cui al precedente articolo 1 presentano per iscritto al Dipartimento una domanda corredata da una scheda di progetto e dagli altri allegati specificati al successivo articolo 7.

Scadenza: 15 Febbraio 2011 (prima scadenza annuale)

Per ulteriori dettagli: vai alla pagina bandi/pari opportunità
 

Valuta questo sito: RISPONDI AL QUESTIONARIO