1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu di sezione
Comune di Napoli
  1. Previsioni Meteo
  2. Versione stampabile della pagina
  3. Mappa del sito
  4. Switch to english language

Contenuto della pagina

Cooperazione Decentrata

 

Descrizione

Il Comune di Napoli con deliberazione di Giunta n. 984 del 19 dicembre 2013, su proposta dell'Assessore al ramo Dr. A. Fucito, ha approvato le linee di indirizzo generale in ambito di cooperazione decentrata.
Si è inteso evidenziare, in tal modo, la funzione della cooperazione decentrata quale strumento di promozione dello sviluppo locale sostenibile e di rafforzamento della società civile volto a favorire:

  1. il coinvolgimento diretto delle istituzioni locali e della società civile dei paesi beneficiari nell'individuazione dei propri bisogni e nella progettazione delle politiche di sviluppo;
  2. l'incontro tra le comunità locali napoletane e quelle dei PVS ( Paesi in Via di Sviluppo) con lo scopo di coinvolgere le diverse componenti della società civile affinché, in un rapporto di partenariato, possano confrontarsi e collaborare per la soluzione dei problemi individuati di comune accordo;
 

Obiettivi

Principale obiettivo è la costituzione di un sistema locale della cooperazione internazionale, fondato sui concetti di partenariato  e sussidiarietà agendo su quattro ambiti: metropolitano, regionale, nazionale e internazionale.
Il Comune ha voluto  dotarsi  di un modello "integrato" di cooperazione decentrata che va al di là degli interventi puntuali e casuali, i cui principali elementi sono:

  1. potere di indirizzo e coordinamento dell'Ente;
  2. interesse a promuovere un maggiore ruolo dell'Ente;
  3. rilevanza dei criteri di selezione di progetti/attori;
  4. importanza di specificare iniziative progettuali;
  5. definizione circoscritta delle priorità geografiche e tematiche;
  6. interesse a creare un "sistema" per la cooperazione decentrata con altri Enti Locali.
 

Ambiti di intervento

  1. Gli ambiti di intervento individuati nella suindicata deliberazione sono due:
  2. attività di cooperazione e partenariato internazionale;
  3. interventi di cooperazione decentrata con i PVS.
 

Modalità

Le principali direttrici sulle quali si basa  la strategia di attuazione delle linee di indirizzo sono di seguito indicate:
a) impegno dell'Amministrazione,  quale rappresentante della collettività locale sui principi dello sviluppo umano sostenibile e nei rapporti di cooperazione internazionale tra territori (cooperazione city to city e partenariati territoriali);
b) coinvolgimento del sistema territoriale, con la costruzione di una rete tra Enti, Istituzioni ed Organismi;
c) rafforzamento istituzionale e messa a sistema dei servizi amministrativi e delle risorse dell'Ente;
d) strategia per progetti, sviluppando linee di azione - su priorità tematiche quali sviluppo locale, cities and services, water and sanitation, dialogo interculturale e sviluppo socio-culturale;
e) progettazione per area geografica;
f) collaborazione e sinergia con il sistema della cooperazione nazionale, sviluppando una più stretta collaborazione con l'ANCI per avviare programmi congiunti con altre realtà amministrative.

 

Promozione e sostegno alle Politiche del Mediterraneo

La deliberazione che ha approvato le linee di indirizzo si ricollega ad altri precedenti provvedimenti di Giunta (es. deliberazione n. 857 del 04/12/2012) che aveva già  tracciato  un percorso mirato tra l'altro a:
1) sostenere il partenariato tra Enti Locali mediterranei in linea con gli obiettivi della Risoluzione del Parlamento Europeo del 07/04/2011 sulla "Revisione della politica europea di vicinato (PEV) - dimensione meridionale";
2) promuovere il coordinamento delle politiche di partenariato internazionale incentrato sul ruolo delle regioni del Sud Italia per un'Agenda istituzionale tesa ad affermare l'ineludibilità di un rilancio politico del Sud Europa nell'ambito delle linee politiche di vicinato dell'Unione Europea quale strumento per affrontare l'attuale crisi economica globale e favorire la coesione tra i Paesi dell'Unione Europea;
3) promuovere, altresì, presso il Governo regionale della Campania la richiesta di un Tavolo istituzionale tra il rappresentante della Giunta ed i Rappresentanti di ANCI per l'elaborazione di una Legge Regionale avente ad oggetto "Politiche del Mediterraneo. Concertazione con Enti Locali e strumenti attuativi per la cooperazione decentrata" in linea con i lavori istituzionali promossi da ANCI per la riforma della Legge Nazionale di Cooperazione attualmente in discussione in Parlamento e per contribuire efficacemente, attraverso gli Enti Locali, alla concertazione di attività di internalizzazione dei saperi e delle attività produttive in accordo con le Associazioni dell'Industria e Commercio, delle Università e dell'associazionismo.

 

Cittadinanza onoraria al Presidente Abu Mazen

Le sempre più strette relazioni istituzionali sviluppate con l'Autorità Nazionale Palestinese  hanno condotto, in data 27/04/2013, al conferimento della cittadinanza onoraria al Presidente dell'Autorità Palestinese Mahmoud Abbas Abu Mazen da parte del Sindaco di Napoli, che ha riconosciuto al leader palestinese «una meritoria azione istituzionale tesa a garantire il diritto all'autodeterminazione del suo popolo per la costituzione dello Stato palestinese» e che ha avviato una  nuova  sinergia  tra  lo  stato  di  Palestina e  l'Italia  per  rilanciare la presenza araba nell'area.

 

Forum delle Città mediterranee 2014

Inoltre, sempre in linea con quanto finora esposto,  la Giunta ha approvato, sempre su proposta dell'Assessore competente A. Fucito, le deliberazioni n. 1021 del 23 dicembre 2013 e n. 352 del 23 maggio 2014 con le quali autorizza l' ANCI Campania a realizzare  una serie di attività propedeutiche all'organizzazione a Napoli del Forum delle Città mediterranee: i due provvedimenti mettono in campo le azioni necessarie per lo svolgimento a Napoli del Forum delle città mediterranee  preannunciato pubblicamente  in occasione del Word Urban Forum, tenutosi a Napoli nel settembre 2012, insieme al Ministro degli Enti locali Palestinesi ed a diversi Sindaci Palestinesi e presentato nel dicembre 2012 al Presidente Abu Mazen dalla Delegazione del Comune di Napoli e ANCI Campania recatasi in Palestina.

 

Avvisi Pubblici per la selezione di progetti di cooperazione decentrata

In data 12 maggio 2014, è stato pubblicato sull'Albo Pretorio on line, l'Avviso Pubblico di cui alla determinazione dirigenziale n. 10 del 18.12.2013 (integrata con determinazione n. 7 del 8/5/2014) per la selezione di progetti finalizzati a sostenere azioni di cooperazione allo sviluppo e di  solidarietà internazionale, ai sensi della L. 49/87 e s.m.i., destinando a tale scopo, la somma complessiva di € 80.000,00.

Con delibera n. 904 del 29.12.2015 la G.C. ha individuato le aree geografiche strategiche per lo svolgimento di azioni nell'ambito delle linee di indirizzo in materia di cooperazione decentrata, destinando la somma di € 50.000,00 sul bilancio 2016 per la "Promozione delle attività di cooperazione decentrata e di sviluppo delle comunità locali nei Paesi terzi".

In data 2 marzo 2015 con data di scadenza per la presentazione delle domande di partecipazione 4 maggio 2015 prorogata poi al 3 giugno 2015 è stato pubblicato sull'Albo Pretorio on line, l'Avviso Pubblico di cui alla determinazione dirigenziale n.  29 /2014 avente ad oggetto: "Concessione di contributi alle Associazioni Onlus ed Ong e di promozione e sviluppo che operano prevalentemente nell'ambito della Cooperazione decentrata  e solidarietà, fino a concorrenza dell'importo di € 80.500,00".

 

Dove rivolgersi

Indirizzo:
Palazzo San Giacomo, Piazza Municipio
Tel. 0817953531/32
fax 081 7953519
E-mail: cooperazione.decentrata@comune.napoli.it
 
Competenza:
Servizio Cooperazione Decentrata Legalità e Pace/CEICC
Dirigente: Lucia Di Micco

 

 
 
 
 
 
 
Area riservata
  1. Digg
  2. Technorati
  3. Aggiungi ai Preferiti