1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu di sezione
Comune di Napoli
  1. Previsioni Meteo
  2. Versione stampabile della pagina
  3. Mappa del sito
  4. Switch to english language

Contenuto della pagina

PC - Permesso di costruire

Parte I, titolo II, capo II del Dpr n.380/01 smi earticolo 1 della Lr n.19/01 smi
 
Possono essere realizzati previa presentazione d'istanza di permesso di costruire presentata da parte del proprietario dell'immobile o dall'avente titolo:
  1. interventi di nuova costruzione e in via residuale, tutti gli interventi di trasformazione edilizia e urbanistica del territorio non rientranti nelle categorie definite dall'art. 3, co. 1, lett. a), b), c) e d) del Dpr n.380/01 smi;
  2. interventi di ristrutturazione edilizia consistenti nella demolizione e ricostruzione con la stessa volumetria di quello preesistente, fatte salve le sole innovazioni necessarie per l'adeguamento alla normativa antisismica nonché quelli volti al ripristino di edifici, o parti di essi, eventualmente crollati o demoliti, attraverso la loro ricostruzione, purché sia possibile accertarne la preesistente consistenza. Con riferimento agli immobili sottoposti a vincoli ai sensi del Dlgs n.42/04 smi gli interventi di demolizione e ricostruzione e gli interventi di ripristino di edifici crollati o demoliti costituiscono interventi di ristrutturazione edilizia soltanto ove sia rispettata la medesima sagoma dell'edificio preesistente;
  3. interventi disciplinati da specifiche norme di settore, che possono essere autorizzati in deroga agli strumenti urbanistici vigenti (parcheggi pertinenziali Tognoli, recupero abitativo dei sottotetti, ecc.);
  4. interventi straordinari di cui agli artt. 4, 5, 6bis, 7 e 8 della Lr n.19/09 smi (cosiddetto "piano casa");
  5. intervento in deroga agli strumenti urbanistici di cui all'articolo 14 del Dpr n.380/01smi;
  6. intervento convenzionato di cui all'articolo 28bis del Dpr n.380/01smi;
  7. accertamenti di conformità urbanistica ed edilizia per gli interventi realizzati in assenza o in difformità dal permesso di costruire, dalla denuncia d'inizio attività o dalla segnalazione certificata d'inizio attività;
  8. varianti ai permessi di costruire che incidono sui parametri urbanistici e sulle volumetrie, che modificano la destinazione d'uso e la categoria edilizia, e alterano la sagoma dell'edificio qualora sottoposto a vincolo ai sensi del Dlgs n.42/2004 smi e modificano le eventuali prescrizioni contenute nel titolo rilasciato;
  9. rinnovo di permessi di costruire i cui termini siano decaduti, salvo che la parte dell'intervento da ultimare non rientri nei casi in cui è consentita la SCIA;
  10. voltura del permesso di costruire nel caso di trasferimento dei diritti sulla costruzione oggetto del titolo abilitativo rilasciato;
  11. proroga del permesso di costruire del termine di inizio o di ultimazione dei lavori assentiti in considerazione della mole della mole dell'opera da realizzare o delle sue particolari caratteristiche tecnico costruttive.
 

Il permesso di costruire deve essere presentato all'Amministrazione comunale su supporto cartaceo compilando l'apposita istanza (modello PC.a) e l'asseverazione (modello PC.b) cui vanno allegati i documenti essenziali nella stessa richiesti in generale e quelli ulteriori, se previsti dalla peculiare natura dell'intervento e dalla normativa specifica di settore in materia di norme antisismiche, di sicurezza, di antincendio, del codice della strada, igienico-sanitarie, di efficienza energetica, ambientale, di tutela dei beni culturali e del paesaggio, ecc.
Per l'iter proceduraledel PC va applicata la disciplina di cui all'articolo 20 della Dpr n. 380/2001 smi e dell'articolo 1 della Lr n.19/01 smi. Mentre per gli interventi in deroga quella dell'articolo 14 del Dpr n. 380/01smi e per gli interventi convenzionati quella dell'articolo 28bis del citato Dpr n. 380/01.
L'interessato ha facoltà di avvalersi della procedura del permesso di costruire anche per gli interventi che sono subordinati a segnalazione certificata di inizio attività (art. 22, co. 7 Dpr n.380/01 smi).
Per le eventuali integrazioni, varianti, proroghe, osservazioni e adempimenti in fase di inizio e fine lavori va compilata l'apposita comunicazione (modello COM).

 

Preleva e stampa

 

Dove

Le istanze i permesso di costruire possono essere pesentate tutti i giorni lavorativi presso il Protocollo Generale del Comune di Napoli (Palazzo San Giacomo) oppure presso il Servizio sportello unico edilizia privata secondo le modalità indicate alla sezione contatti.
Per informazioni relative alle istanze PC presentate bisogna rivolgersi all'Unità Operativa competente del Servizio sportello unico edilizia privata.

 
 
 
 
 
 
Area riservata
  1. Digg
  2. Technorati
  3. Aggiungi ai Preferiti