1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu fondo pagina di navigazione
Contenuto della Pagina
condividi

Marzo Donna 2010

città: femminile, plurale

5-13 marzo, nove giorni di incontri, seminari, riflessioni, mostre, laboratori ed eventi; il Marzo Donna 2010 del Comune di Napoli "occupa" il Maschio Angioino con il suo portato di idee e azioni. Un appuntamento che va al di là delle celebrazioni, ma che non rinuncia all'ambizione di affrontare con metodo ed entusiasmo i tanti ostacoli che ancora oggi impediscono alle donne di ottenere pari opportunità e raggiungere una partecipazione paritaria in tutti gli ambiti.
 
L'assessorato alle Pari Opportunità ha compiuto in questi anni una programmazione partecipata, che è giunta finalmente al suo compimento. Con l'appuntamento di quest'anno del Marzo Donna "Città: femminile, plurale", infatti, abbiamo raggiunto un obiettivo che, tutte insieme, ci eravamo prefissate due anni fa, quando individuammo le linee direttrici delle azioni da intraprendere. Ora, dopo una fase di analisi e studio, di incontri e confronti dopo un lungo lavoro di progettualità e concertazione, siamo al nastro di partenza. Un grande risultato, raggiunto con la caparbietà e la professionalità di cui, spesso, solo le donne sono capaci.
 
Un risultato che è stato raggiunto grazie all'impegno di tante, che voglio ringraziare: tutti gli organismi di Pari Opportunità (Comitato Pari Opportunità, Forum Pari Opportunità, le Consulte Pari Opportunità delle Municipalità) e il Comitato Tecnico Scientifico di "Città: femminile, plurale", oltre che il mio staff. Il loro lavoro è stato fondamentale. Ma è adesso che viene la parte più difficile e impegnativa, e cioè quella di vedere realizzate le azioni, seguirle attentamente fino a che giungano alla loro effettiva realizzazione.
 
E' il tempo del monitoraggio e del controllo delle iniziative finanziate con i fondi europei, che in gran parte realizzano il Piano Stragico per le Pari Opportunità. Per questo, abbiamo attivato un Forum on line, uno strumento innovativo, diretto e facilmente accessibile, dal quale abbiamo avuto contributi e suggerimenti.

Il lavoro delle donne (occupabilità, conciliazione, inclusione e imprenditorialità); la città (sicurezza, cittadinanza, e multiculturalità); le relazioni con l'altro (discriminazioni e violenza), gli ambiti di discussione e confronto. Adesso, insieme, proviamo a tirare le fila. 
 
Assessore alle Pari Opportunità e Tempi della Città
Valeria Valente

 
 
Valuta questo sito: RISPONDI AL QUESTIONARIO