1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu fondo pagina di navigazione
Contenuto della Pagina
condividi

Il Rione Sanità

una foto della statua di Totò al rione sanità

Qui hanno abitato i popoli a sud e ad est di Napoli, dagli africani ai cinesi, qui un tempo transitavano in carrozza papi, re e cardinali, qui le nostre chiese non sono soltanto prodigiose gallerie ma case di accoglienza, di pace e di progettazione. Qui le Basiliche coltivano la fede tra mille contraddizioni, distillano la carità su ferite costantemente aperte, sognano senza posa nelle notti insonni.
 
È così che la vita segue un nuovo corso insospettabile, che ogni volta incanta e fa alzare la posta della speranza. Il nostro intento è volto a sostenere il riscatto di questo quartiere. Riscatto possibile da realizzare nella misura in cui viene valorizzata la sua storia bimillenaria.
 
Ci siamo accorti molto presto, come i musicisti sulla via di Brema nella favola dei fratelli Grimm, che da soli non sapevamo dare forma al nostro avvenire e che coltivavamo passioni intristite dalla prospettiva di un futuro troppo incerto ed inattendibile.

Abbiamo, allora, unito le nostre preoccupazioni con le fantasie che ci visitavano, quando provavamo ad interrogarci sul da farsi. Il bilancio delle risorse, dei talenti e delle virtù ci ha regalato tante idee, fra cui quella di destinare all'ospitalità non solo parte dei locali del convento ma lo stesso Rione con le sue Catacombe e le sue Basiliche. Ecco che potevamo fondere insieme l'amore per la cultura e l'attitudine all'accoglienza, creando posti di lavoro, occasioni di riscatto e di futuro per noi giovani della Sanità. Segni concreti per contraddire la critica staticità del presente.

I giovani della Cooperativa del Rione Sanità
"La Paranza" onlus

 
 
foto del rione sanitàfoto del rione sanitàfoto del rione sanità
 
Valuta questo sito: RISPONDI AL QUESTIONARIO