1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu fondo pagina di navigazione
Contenuto della Pagina
 

Comunicato Stampa della Giunta del 20/11/2012

Giunta, adesione al programma UNICEF "Città amiche dei bambini e delle bambine"

In occasione della Giornata Universale dell’Infanzia 2012 la Giunta Comunale, su proposta degli assessori Tommasielli, Palmieri e D’Angelo, ha approvato la delibera con la quale aderisce al Programma “Città amiche delle bambine e dei bambini” ideato dall’Unicef per la promozione dei diritti dell’infanzia e dell’adolescenza.
L’Amministrazione Comunale si impegna, dunque, senza oneri di spesa, a:

- Istituire un Gruppo di lavoro formato da referenti di ogni Assessorato, per la formulazione e l'attuazione delle politiche e programmi del Comune di Napoli nei vari settori in modo coerente con i principi della convenzione ONU e con i “Nove Passi per l'Azione” del Programma Unicef;

- Elaborare, in collaborazione con il Comitato Regionale della Campania per l'Unicef, il Piano di Azione “Napoli, una Città Amica dei bambini, ragazzi ed adolescenti”, articolato in azioni mirate e coerenti per: 1) promuovere la cittadinanza attiva, attraverso l'istituzione di Consigli e Consulte comunali/municipali dei Ragazzi e/o altre forme di coinvolgimento dei bambini e degli adolescenti; 2) creare una stretta collaborazione tra scuola e città nell'individuazione di percorsi di progettazione partecipata dei ragazzi per la riqualificazione di luoghi e spazi di vita quotidiana, la definizione di percorsi sicuri casa-scuola, lo sviluppo di strumenti e competenze di comunicazione, azioni di solidarietà; 3) promuovere iniziative e programmi che sostengano il benessere psico-fisico di bambini e ragazzi da 0 a 18 anni, a partire dalla promozione dell'allattamento al seno, per seguire con le azioni a favore di una sana e corretta alimentazione, della motricità e dell'attività fisica necessarie al buono sviluppo dei bambini e degli adolescenti; 4) diffondere la conoscenza della Convenzione sui Diritti dell'Infanzia e Adolescenza e del Programma Unicef “Città Amiche delle Bambine e dei Bambini” nella propria comunità, attraverso iniziative di comunicazione istituzionale ; 5) lottare contro tutte le forme di discriminazione, povertà infantile, abusi sui minori, razzismo, violenza e bullismo, tutelando i diritti dei diversamente abili, stranieri e dei soggetti a rischio che vivono sul territorio comunale;

- Promuovere l'istituzione di 10 “Punti di Ascolto” (uno per ogni Municipalità), secondo il metodo della progettazione partecipata, che coinvolga le 10 Municipalità di Napoli come luoghi/opportunità per raccogliere e recepire bisogni e problemi dell’infanzia e dell’adolescenza, e assicurare loro la cittadinanza attiva;

- Promuovere l’istituzione dei Consigli “JUNIOR” per garantire la partecipazione democratica delle bambine, dei bambini, ragazzi e adolescenti agli organi comunali dei giovani del territorio;

- Promuovere la cittadinanza onoraria ai bambini di origine straniera nati o residenti sul territorio;

- Partecipare alla Consulta che supporterà l'Autorità Garante per l'Infanzia e l'Adolescenza istituita presso la Presidenza del Consiglio della Regione Campania.

 
Valuta questo sito: RISPONDI AL QUESTIONARIO