Comune di Napoli
 

Comunicato Stampa del Consiglio del 22/02/2011

La Commissione Patrimonio discute della regolarizzazione dei nuclei familiari occupanti alloggi ERP

La commissione Patrimonio, presieduta da Antonio Fellico, ha discusso sulle problematiche relative agli alloggi ERP, costruiti con legge 219/81, occupati da nuclei familiari e in attesa di collaudo.
Il responsabile del Servizio casa, Corrado Di Maso, ha spiegato che la delibera 790 del 7 maggio 2010 ha notevolmente migliorato la regolarizzazione degli alloggi: su un totale di 2600, 2060 sono stati definitivamente collaudati nel pieno rispetto delle normative. Mancano ancora all’appello 630 unità immobiliari, ancora prive di certificato di collaudo statico e tecnico amministrativo. La carenza di documentazione, ha chiarito Di Maso, è ascrivibile esclusivamente all’occupazione improvvisa e di massa di cui furono oggetto gli alloggi nei primi anni 90, circostanza che impedì il completamento del regolare iter procedurale.
Per colmare questa lacuna, il responsabile del Servizio Tecnico Patrimonio, Roberto Di Lorenzo, ha suggerito di avvalersi di tecnici professionisti che, dopo aver svolto tutte le indagini, rilascino le certificazioni necessarie. Sull’esigenza ed urgenza di individuare un percorso tecnico, tramite la collaborazione di professionisti, si è trovato d’accordo il consigliere Diego Venanzoni, che ha inoltre proposto di effettuare un sopralluogo coinvolgendo anche l’Assessorato all’edilizia e la VI Direzione centrale per “risolvere una situazione che giace in uno stato di stallo da troppo tempo”. Gli alloggi in questione, ha spiegato Raffaele Scala della Società di gestione Romeo, “sono regolarmente bollettati e gestiti correttamente per la parte amministrativa. Tuttavia esiste una correlazione molto forte tra la regolarizzazione del rapporto di utenza e la regolarità nei pagamenti”. Il consigliere Gennaro Centanni ha chiesto di entrare in possesso della documentazione per meglio indicare un percorso utile alla risoluzione delle problematiche. Sulla necessità di chiudere una vicenda che si protrae da decenni hanno convenuto le sigle sindacali Sicet e CGIL casa.
Il presidente Fellico, in conclusione, si è dichiarato disponibile ad effettuare un sopralluogo purché questo riguardi tutti i siti interessati ed ha annunciato un prossimo incontro a breve termine con gli assessori D’Aponte e Belfiore, oggi assenti a causa di un improvviso impegno di Giunta.

Il Capo ufficio stampa
Mimmo Annunziata

 
Chiudi la versione stampabile della pagina e ritorna al sito